1a.jpg2a.jpg3a.jpg
English French German Italian Portuguese Russian Spanish

Ex voto delle grazie  e dei miracoli

della Madonna del Balzo nel 350° della sua Manifestazione.

 

La prima immagine della Madonna a mezzo busto era adornata di un manto trapunto di stelle dorate, con in braccio il bambinello Gesù.

 

Il primo miracolo si compi nel mese di marzo del 1664, sul monte Triona dove  avvenne il ritrovamento dell’immagine della Madonna del Balzo, da parte di due giovani contadini di Bisacquino, i quali prima la venerarono e poi, dimenticarono, si diedero al gioco. Uno dei due, avendo perduto, in un momento di ira, prese la falce e la scagliò contro l’immagine, che venne colpita sul ciglio dell’occhio; il giovane cadde a terra morto, mentre nella fronte della sacra immagine cominciarono a scorrere alcune gocce di sangue. L’altro giovane corse in paese a dare la notizia ai genitori del morto, i quali salirono sulla montagna e la madre del giovane chiese perdono alla Madonna a nome del figlio,il quale per miracolo ritornò in vita.

 

Il secondo miracolo avvenne durante la costruzione della chiesa, il giovane manovale Giovanni Rosato cadde dall'impalcatura nella scarpata sottostante, morendo all'istante. Raccolto in un corbello e deposto davanti la sacra  l’immagine, di lì a poco ritornò in vita.

 

Il figlio di un tale Antonino Di Cristina mentre a cavallo col vecchio padre si avviava al suo podere nella tenuta della Gilia, dal giumento improvvisamente impennandosi fu gettato sopra un masso e sul colpo morì. I parenti nel vedere riportato in casa il giovane, cadavere, rivolsero alla Vergine Maria del Balzo fervidissime preghiere  miste ad alte grida e amarissimo pianto ; e così viva fu la loro fede, che l’estinto, come il figlio giovinetto della vedova di Naim, si alzò dal feretro vivo come prima.

Numeroso popolo presente al prodigio, ne rese grazia alla Vergine e una tavola votiva tramandò l’avvenimento.

 

Una religiosa benedettina della Badia di San Nicolò, Antonina Mancuso, venne già liberata da acutissimi attacchi isterici che in mezzo a terribili dolori e convulsioni, l’avevano ridotta in fin di vita.

 

Agli inizi del 1931, una  tal signora, oriunda da Contessa  Entellina ma nata in America e residente a Sacramento in California scriveva di avere ottenuto, otto anni prima, dalla madonna del Balzo la guarigione del figlio allora decenne;

 

Calogero gravemente ammalato  dato  spacciato da tre medici, rivolgendosi alla Madonna riceve la grazia con avvenuta guarigione, da quel giorno riconoscente ogni anno inviava una buona offerta per la messa Cantata del 15 Agosto.

 

Successiva è la guarigione di una bambina a nome Rosalia Guarino di Cesare. Al sesto mese della nascita la piccola Rosalia fu colta alla gamba da un improvviso malore che gli rese inerte e rattrappita per tre giorni: il popolo e i medici parlarono di

 

paralisi infantile. Venne il primo sabato di ottobre (1930) ; i genitori angosciati, con la bambina in braccio, salirono in pellegrinaggio al Santuario e in un impeto di fede viva la deposero sull'altare maggiore innanzi alla Vergine del Balzo, inginocchiandosi a pregare con commoventi singhiozzi. Poi discesero fiduciosi: prima di sera la bambina potè distendere la gamba il piedino, guarita.

 

Più volte la nostra protettrice del mare ha salvato i suoi fedeli dalle tempeste marine e dalla piena dei fiumi, dalle malattie più gravi e incurabili: quali febbre maligna, isteria, rachitismo, lebbra.  

 

Nel tempo tanti sono i miracoli attribuiti alla Vergine Maria; questi che ho descritto sono solo qualche piccolo  esempio. Nella sacrestia del Santuario  erano conservati tanti ex voto, testimonianze vive delle persone che avevano ricevuto la grazia, testimonianze fatte di lettere, quadri , oggetti d’oro e di argento. Negli  anni  60  (1960) dalla sacrestia sono state tolte e le testimonianze conservate. Oggi si sono trovati una serie di immagini di quadri e pannelli disegnati, che testimoniano gli avvenuti  miracoli.   Molte sono state le donazioni di collane, fedi, braccialetti lasciati da diversi fedeli in modo anonimo per grazia ricevuta, nella nicchia dove è posizionata l’immagine della Vergine Maria con il bambino Gesù.

01
Detail
primo miracolo
Detail
1
Detail
2
Detail
3
Detail
4
Detail
5
Detail
6
Detail
7
Detail
8
Detail
9
Detail
10
Detail
 
 
Powered by Phoca Gallery
Sito realizzato da MULTIMEDIA MANSELLA 2013